PARCO NAZIONALE DEL POLLINO

CASTROVILLARI-LUNGRO ACQUAFORMOSA

CASTROVILLARI - LUNGRO - ACQUAFORMOSA

 

Il percorso parte da Castrovillari (360 m), dove ha sede il Centro servizi del Pollino che presenta lo splendido paesaggio del Parco in ambientazioni immersive, in un’area, quella dell’Orsomarso, abitata da comunità arbëreshe sin dal XV sec.; proseguendo sulla SP263 si sale verso San Basile (540 m), borgo di origini bizantine, e si continua in direzione di Saracena (606 m), il paese del celebre moscato. La ciclovia scende rapidamente e poi, attraversando campagne coltivate, arriva a Firmo (344 m) per poi risalire in direzione di Lungro (590 m), il paese che conserva ancora intatti alcuni riti e tradizioni bizantine. Da qui il tracciato torna a salire e raggiunge il paese di Acquaformosa (785 m) con la splendida Chiesa di San Giovanni Battista del XVI secolo.

34 km
2:20 ore
950 m
allenato
Natura e avventura
Il viaggio inizia qui

ITINERARIO E TAPPE

download gpx

Cose da non perdere

CENTRO SERVIZI DEL PARCO NAZIONALE DEL POLLINO

Il Centro Servizi di Castrovillari è allocato nello storico Palazzo Gallo. La location rende ancora più prestigiosa questa struttura dove è stata anche realizzata una sala immersiva attraverso la quale si potrà godere lo spettacolo di immagini che descrivono il Parco in tutti i suoi aspetti, da quello naturalistico a quello storico-culturale, da quello sportivo alla filiera dell’enogastronomia.

LUNGRO - LA MONTAGNA E I SUOI ABITANTI

Il territorio montano di Lungro ricade nel versante dei cosiddetti “Monti dell’Orsomarso” ed è ricoperto da estese faggete che sopra i 1000 metri si mescolano ai pini neri o al più raro pino loricato. Tra la ricca fauna del luogo troviamo il capriolo autoctono, conservatosi in questo lembo del meridione d’Italia grazie alla conformazione del territorio e alla presenza di estese ed intricate foreste.

LA CHIESA DI SAN GIOVANNI BATTISTA

La Chiesa di San Giovanni Battista a Acquaformosa, fu edificata agli inizi del XVI secolo dai primi profughi albanesi. All’interno l’edificio è composto da tre navate quasi interamente rivestite da un meraviglioso mosaico in oro, il cui valore va ben oltre quello dei materiali preziosi di cui è costituito ed è provvista di iconostasi, la parete decorata di icone che divide l’altare dal resto della chiesa.

INFORMAZIONI UTILI

suggerimenti

clima

Durante la stagione invernale sulle alture possono verificarsi precipitazioni nevose. Le strade sono comunque percorribili e le strutture d’accoglienza funzionanti. Per chi non teme le basse temperature sui pedali la Ciclovia può quindi essere attraversata anche in questa stagione. 

Cibo, acqua e alloggio

Gli agriturismi sono presenti lungo tutto il percorso, così come B&B e affittacamere. Nei paesi che si incontrano non mancano ristoranti e trattorie che offrono prodotti del territorio e cucina tipica. La Ciclovia attraversa per lo più boschi ed aree verdi, dove le fonti d'acqua sono sempre disponibili.

ABBIGLIAMENTO

La dotazione varia molto in funzione della stagione. In autunno inoltrato e in inverno è opportuno coprirsi bene perché le temperature in quota possono scendere molto, mentre in primavera si può abbandonare la maglietta termica avendo sempre a disposizione una giacca impermeabile. In estate si pedala bene anche in maglietta e pantaloni corti avendo a disposizione una mantellina per i tratti in quota.

  • Si consiglia l'uso di bici da cicloturismo affidabili e confortevoli, adatte sia per percorsi asfaltati che sterrati. 

  • Per chi sceglie di viaggiare in tenda c’è la possibilità di pernottare in campeggi attrezzati, aree bivacco tra i boschi; le informazioni sono disponibili sui siti dei Parchi.

Useful Information

prochainement en ligne

demnächst online
próximamente en línea

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

© Ente Parco del Pollino | All rights reserved.